STAZIONE NAPOLI AFRAGOLA
Napoli - Italia
Stazione Alta Velocità
Sistema Idronico - Mulifunzione
Anno 2017

Elementi Navigazione

CLIMATIZZAZIONE PER TRASPORTI

Porta del Sud

A regime, l’hub servirà un bacino urbano
di circa 3 milioni di abitanti.

La Porta del Sud (stazione di Napoli Afragola) è il nuovo hub ferroviario alta velocità realizzato dall'archistar Zaha Hadid. Accoglie ogni giorno 56* treni ad alta velocità *(dati riferiti all’orario in vigore fino al 14 dicembre 2019) che collegano lo scalo con tutte le principali città della dorsale Torino – Salerno, oltre che con Venezia e Reggio Calabria.

Il corpo centrale della stazione è lungo 400 metri e scavalca i binari come un grande ponte, sviluppandosi su una superficie di 30mila metri quadrati su 4 livelli: il primo livello dedicato alla circolazione ferroviaria, il secondo livello dove sono poste biglietterie e servizi per i viaggiatori, mentre il terzo e il quarto livello ospiteranno i servizi commerciali, che saranno aperti progressivamente.

Napoli Afragola - system

Il sistema di climatizzazione

Il comfort è garantito da 3 pompe di calore Clivet SPINChiller3 Multifunzione da oltre 1.200 KW cadauna per la produzione contemporanea ed indipendente di acqua calda e refrigerata a seconda delle esigenze dell’impianto, con altissima efficienza. 

Con richiesta di raffreddamento 100% e richiesta di riscaldamento 0% l'unità soddisfa la richiesta dell'impianto, erogando la capacità frigorifera necessaria sul lato freddo. L'energia in eccesso viene smaltita sullo scambiatore sorgente.
Con richiesta di raffreddamento 0% e Richiesta di riscaldamento 100% l'unità soddisfa la richiesta dell'impianto, erogando tutta la capacità termica sul lato caldo. L'energia in eccesso è smaltita sullo scambiatore sorgente.
Con richiesta di raffreddamento 100% e Richiesta di riscaldamento 100% l'unità soddisfa la richiesta dell'impianto, erogando contemporaneamente la capacità frigorifera sul lato freddo e la capacità termica sul lato caldo grazie al recupero di calore. In questa condizione nessuna energia viene sprecata, lo scambiatore sorgente non è utilizzato, l'unità funziona con la massima efficienza.

Queste unità si basano sulla tecnologia della pompa di calore, soluzione ad alto risparmio energetico, perché utilizza il calore dell'ambiente circostante per generare il comfort degli ambienti, riduce i consumi di energia fino al 50% rispetto ai sistemi tradizionali a combustione, e a basso impatto ambientale in quanto non utilizza risorse fossili e di conseguenza riduce le emissioni di CO2. Grazie al recupero energetico integrato, tutta l'energia termica che verrebbe normalmente dissipata durante la produzione di acqua refrigerata viene recuperata per produrre acqua calda in maniera gratuita, aumentando ulteriormente l'efficienza complessiva del sistema. 

A questi risultati contribuiscono le soluzioni tecniche adottate: lo scambiatore del recupero di calore opera sia come recupero totale che come recupero parziale, in base al carico termico dell'impianto per cui anche quando il carico termico e frigorifero sono sbilanciati, l'unità mantiene le migliori condizioni operative, aumentando l'efficienza complessiva rispetto a soluzioni che non prevedono questa soluzione. Meno commutazioni interne, tra l’altro, si traducono in una migliore affidabilità.

20.000 m2 di pannelli solari termici contribuiscono alla produzione di acqua sanitaria e al riscaldamento invernale. 

I risultati

L'utilizzo di questi due sistemi ha premesso di abbattere i consumi energetici e risparmiare oltre 25 tonnellate di CO2 all’anno.

La caldaia per la produzione del riscaldamento d’ambiente non è più necessaria, si eliminano quindi i costi relativi all'allacciamento del gas e ai controlli periodici. Essendo l’impianto completamente elettrico, sono state inoltre eliminate completamente le emissioni locali di gas da combustione, riducendo l’impatto ambientale di questo importante snodo ferroviario.

Ulteriori vantaggi di SPINChiller3 Multifunzione sono la semplificazione impiantistica e i minori costi di investimento. Un'unica unità che produce acqua calda e fredda contemporaneamente permette di ridurre gli ingombri degli impianti liberando spazio, di semplificare la circuitazione idronica, di abbattere tempi e costi di installazione e manutenzione, oltre a garantire una regolazione unica e ottimizzata del sistema.

Palazzetto di Massa - team

Il team

Installatore meccanico: Consorzio Afragola FS Scarl 

Progettazione impianti per conto di Afragola Srl: Rocca Bacci Associati di Genova, avvalendosi per gli impianti meccanici del Sig. Serenari Paolo Studio Thyke Srl Bologna