Conto Termico 2.0

 

Il Conto Termico è un contributo alle spese sostenute erogato dal Gestore dei Servizi Energetici in rate annuali per una durata variabile (fra 2 e 5 anni) in funzione del valore degli interventi realizzati e viene calcolato in funzione della potenza della pompa di calore, del suo COP EN 14511:2013, e della fascia climatica. Per importi inferiori a 5000€ è prevista l'erogazione in un'unica rata.

Il CT prevede i seguenti incentivi

  • fino al 65% della spesa sostenuta per gli "Edifici a energia quasi zero" (nZEB);
  • fino al 40% per gli interventi di isolamento di muri e coperture, per la sostituzione di chiusure finestrate, per l’installazione di schermature solari, l’illuminazione di interni, le tecnologie di building automation, le caldaie a condensazione;
  • fino al 50% per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F e fino al 55% nel caso di isolamento termico e sostituzione delle chiusure finestrate, se abbinati ad altro impianto (caldaia a condensazione, pompe di calore, solare termico, ecc.);
  • anche fino al 65% per pompe di calore, caldaie e apparecchi a biomassa, sistemi ibridi a pompe di calore e impianti solari termici;
  • il 100% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50% per i soggetti privati, con le cooperative di abitanti e le cooperative sociali.
Calcola l'incentivo

Calcola l'incentivo con il TOOL Clivet

Massimo importo dell'incentivo: In funzione del tipo di intervento effettuato, della potenza della pompa di calore e della zona Climatica.


RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA 65%

Confermate per tutto il 2018 le detrazioni fiscali del 65% per interventi di riqualificazione energetica eseguiti su edifici di qualsiasi categoria catastale, purché già esistenti e dotati di impianto di riscaldamento: abitazioni, uffici, negozi, ecc.

Nel caso di impianti a pompa di calore, la condizione per accedere alle detrazioni è che si tratti di sistemi ad alta efficienza e che la loro installazione costituisca una sostituzione dell'impianto di riscaldamento esistente.

Un’importante novità per il 2018 prevede l’incentivo del 65% anche per gli apparecchi ibridi per il riscaldamento, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

 

Massimo importo dell'incentivo: 30.000€ in detrazione Irpef suddivisi in 10 anni per sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Scadenza Incentivo: 31 dicembre 2018

 

Prevista anche la detrazione fino all’85% per lavori antisismici combinati con la riqualificazione energetica nei condomini.

 

Dal 65% al 50%

Viene ridotta al 50% la detrazione per gli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza pari alla classe A (se non abbinati a sistemi di termoregolazione evoluta).

 

Guida Agenzia delle Entrate

Guida alle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico


Certificazione Clivet

Certificazione sostitutiva dell'asseverazione ai fini delle detrazioni fiscali


INTERVENTI RISTRUTTURAZIONE 50%

La detrazione fiscale del 50% delle spese per la ristrutturazione degli immobili si applica fino al 31 dicembre 2018.

Tetto massimo di spesa: 96.000 euro con ripartizione in dieci rate annuali.
 
Dal 1 gennaio 2019 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con un limite di 48.000 euro per unità immobiliare.
 
Non cambiano i beneficiari della detrazione né gli interventi per i quali spetta la detrazione. Confermata anche la procedura per fruire della detrazione e l'obbligo di conservare ed esibire a richiesta degli uffici tutti i documenti relativi all'immobile oggetto della ristrutturazione.

Guida Agenzia delle Entrate

Scarica la Guida "Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali"